SOLE - CALORE - AMORE

Se è vero che tutti, e in qualsiasi stagione dell’anno, siamo attratti dall’idea dell’amore è anche vero che l’estate è il tempo dell’incontro.

Cos’è che durante i mesi estivi rende l’essere umano più disponibile ad incontrarsi?

Secondo i principi della “Comunicazione Creativa”, l’estate propone degli elementi simbolico-metaforici fondamentali, che predispongono l’anima, la mente e il corpo fornendogli il contesto più adatto all’incontro.

Cerchiamo di comprendere più da vicino di quali elementi si tratta, partendo proprio dagli aggettivi che accompagnano il concetto di amore. Quando una persona è capace di amore diciamo normalmente che è ‘calda’, ‘luminosa’, ‘radiosa’, ‘espansiva’, ecc. Se proviamo a visualizzare questi aggettivi in una immagine che li raccolga e li rappresenti nel loro insieme, ci accorgiamo immediatamente che stiamo creando, in noi stessi, un ambiente ‘estivo’, quindi rilassante e accogliente.

Di fatto, se il segno dell’amore è nella necessità d’incontrarsi, per potersi incontrare bisogna essere capaci di aprirsi: tanto per donarsi agli altri che per poter ricevere dagli altri… e le due cose sono sempre congiunte.

Quindi il calore esterno ci aiuta ad acquisire un’attitudine più rilassata, si è meno portati a porsi sulla difensiva, ci si mostra più autentici (e Dio solo sa quanto questa autenticità sia importante e necessaria per incontrare l’amore degli altri!). Essere più rilassati e disponibili informa chi viene in contatto con noi che può abbassare le sue difese, che qui vi è un terreno di comune incontro.

Sia chiaro che l’amore non è una condizione che riguarda solo due persone ‘innamorate’. L’amore è l’espressione stessa della Vita, per tale ragione riguarda ogni cosa vivente. Chi non riesce a percepire amore in una pianta, in un fiore, in un albero o in una qualsiasi creatura, difficilmente riuscirà a sentire il vero amore (di cui il sesso è solo un aspetto, ma non l’unico centro). Come dice il poeta: “La vita è arte dell’incontro”… e io ritengo che ‘l’arte dell’incontro è opera dell’Amore’.

Ma, l’amore è una condizione ‘verticale’. Vale a dire, una condizione che coinvolge livelli diversi e più profondi della realtà. Se l’osserviamo con attenzione, esiste un’espressione fisica dell’amore (nella sessualità) che ritroviamo simboleggiata nella calura estiva. Poi esiste una sua natura psicologica (nel sentimento) e la ritroviamo simboleggiata nella ‘luminosità, nella brillantezza’: la luminosità richiama la trasparenza dei sentimenti di chi ama, di un viso che esprime radiosità. Ma esiste poi un livello più profondo, che spesso viene dimenticato, ed è la natura spirituale dell’amore. Simbolo di questa condizione è l’immagine stessa del Sole.

Quanti di noi aspettano l’estate per andare in vacanza, quanti per concedersi un po’ di quel sole che durante l’inverno gli è mancato. Questo bisogno di un sole fisico esprime la più profonda necessità di un Sole spirituale: di una fonte di bellezza, che sia vera portatrice di gioia e di benessere. Da questo Sole, la nostra anima è attratta come un’ape dal fiore, trascinata nella danza della Natura, capace di gioire, completamente inebriata, del nettare della Vita.

Il mio suggerimento per vivere in modo salutare l’estate, e l’amore che vi auguro d’incontrare, è questo: lasciate che questo incontro esprima, in modo completo ed armonioso, le tre nature dell’amore!

Buon fine estate

  

www.elbasun.com
www.elbasun.com - il sito del SOLE
© 2002 ElbaSun Tutti i diritti riservati