nel mare della tranquillità

Un mare da sogno, unico ed esclusivo

Se fantastichiamo un lembo di terra dove approdare dopo un'entusiasmante navigazione nel Mediterraneo, non ci sono dubbi: il nostro approdo prediletto è senz'altro l'isola d'Elba.

Spiagge di sabbia finissima, scogliere a picco sul mare, acque trasparenti, fondali ricchi di pesci. Ma anche sentieri di montagna, boschi di querce e di castagni, borghi medioevali, alberghi moderni, centri turistici attrezzati e scuole di vela condotte da vecchi lupi di mare.

Qui si sono rispettate le bellezze che la natura ha elargito a 147 chilometri di costa tirrenica, vicinissima alla Toscana. Ed i risultati della tutela rigorosa dell'ambiente si vedono: all'Elba la natura è ancora protagonista incontrastata, dominatrice assoluta del paesaggio.

L'isola è una scoperta continua: il mare cambia colori ad ogni insenatura.

A sud si infrange su bianche scogliere o aggredisce ampi arenili, a nord si insinua negli anfratti degli alti dirupi o lambisce discrete spiagge di ghiaia. In pochi minuti, poi, si passa dal massiccio granitica del Monte Capanne, regno dei mufloni e delle capre selvatiche, alle zone minerarie del versante orientale, vero "eldorado" degli scienziati e degli appassionati di geologia.

Cinquanta spiagge e innumerevoli calette di sabbia dorata e di candida ghiaia sempre pronte ad offrirti un angolo di tranquillità in qualsiasi stagione.

Questa è l'Elba: un'isola dal mare smeraldo, dai venti dolci e suadenti, dai boschi verdi e colorati, dalla gente calda e ospitale. Scrigno di minerali preziosi, ti rende subito partecipe della sua storia millenaria e della sua natura incontaminata, testimonianza di un Dio generoso

La gastronomia dell'Elba si basa su piatti semplici, dove dominano la fantasia, la sapienza nell'accostamento degli ingredienti e l'aroma delle erbe di campagna. Nei suoi piatti gustosi si esaltano il pesce e le verdure: riso al nero di seppia, totani alla diavola, palpo lesso, cacciucco (zuppa di pesce), stoccafisso alla riese, gurguglione di verdure, sburita di baccalà, risotto ai finocchi selvatici.

I dolci caratteristici sono la "schiaccia briaca", ricca di pinoli, uva passa e vino aleatico, che le conferisce il caratteristica colore, il "corollo", soffice impasto di uova, zucchero e aromi, la "schiacciunta", croccante, semplice e gustosa, e la gonfia schiaccia pasquale, resa stuzzicante dai semi di anice.

I vini dell'Elba vantano una lunga tradizione. "Insula vini ferax", la definisce Plinio il Vecchio. lì vino elbano allietò nel medioevo la mensa dei Papi ed i velieri del '700 la trasportavano nei più importanti porti commerciali d'Europa. L' "Elba bianco" e l' "Elba rosso" sono quelli classici e si fregiano della dominazione di origine controllata. lì "Procanico" (bianco) ed il "Sangioveto" (rosso) sono i più robusti, il "Moscato" e l' "Aleatico" sono ideali compagni di viaggio per il dessert.

Ma l'Elba non è solo mare. Offre infatti ai suoi ospiti infinite sorprese che possono essere godute soprattutto in primavera ed in autunno, quando l'isola svela la sua essenza più profonda. Una lussureggiante macchia mediterranea fatta di colori e di profumi, i boschi di pini, lecci e castagni, agavi ed i fichi d'india delle assolate coste meridionali: un pezzetto di mondo che accanto al moderno, ha saputo conservare l'antico ed una natura ricca di incontaminate suggestioni.

La natura é stata particolarmente generosa con quest'isola e le ha donato una grande varietà di piante aromatiche e di uso medicinali che, per il clima mite ed il terreno fertile crescono rigogliose alla stato spontaneo, tanto che già nel 1500 illustri medici e scienziati catalogavano e studiavano le sue piante.

Ed ancora i ricordi di una storia ricchissima che ha visto questa piccola isola contesa da tutte le grandi potenze, e la ricchezza del suo sottosuolo, nota fin dai tempi più antichi. Il versante orientale é infatti il paradiso dei geologi e per chi ama improvvisarsi "cercatore" di pietre rare.

Le dolci giornate primaverili ed autunnali, invitano a lunghe passeggiate a piedi, in mountain bike o a cavallo.

Per gli amanti degli sport c'é solo l'imbarazzo della scelta: tennis, golf, sport audaci come il parapendio, oltre, naturalmente a tutti gli sport "marini", ottime scuole aiuteranno i principianti, mentre chi é giù esperto potrà ritrovare farti emozioni.

Manifestazioni culturali e sportive di svago e di arricchimento culturale sono varie.

Eventi di contenuto storico, si alternano a manifestazioni sportive, a concerti e feste dove le antiche tradizioni si vestono di nuovo per coinvolgere turisti e isolani.

Le Regate Veliche nazionali ed internazionali trovano all'Elba un campo di gara ideale (vento a 360°) e si organizzano in ogni periodo dell'anno. In primavera i minerali dell'Elba diventano protagonisti de I Fiori della Terra, un'importante mostra-mercato con espositori di tutto il mondo.

Per appassionati e curiosi il Rallye Storico, con macchine d'epoca che si pavoneggiano per le strade dell'Elba.

Un appuntamento culturale e importante è il Premio Letterario "Isola d'Elba-Raffaello Brignetti". Un piccolo premio letterario, grande per tradizione e prestigio che, nella sua lunga vita, ha scoperto grandi autori di livello internazionale. Ma questi sono solo alcuni degli appuntamenti della stagione elbana, molti altri ne organizzano i Comuni, che fanno a gara per offrire spettacoli di qualità.

Il clima dell'isola d'Elba è di tipo marittimo, con temperature fortemente mitigate dal mare anche nella stagione invernale. Le precipitazioni sono complessivamente scarse, specialmente d'estate.

Nel periodo caldo dell'anno la temperatura del mare si mantiene intorno ai 20 gradi fino al mese di ottobre.


Home ElbaSun
www.elbasun.com

I testi e le fotografie di questa sezione sono tratti da pubblicazioni dell'A.P.T. - Azienda di Promozione Turistica dell'Arcipelago Toscano (autorizzazione prot. 8031/13) e dall'archivio di Elife International S.r.l.