c.t.scuole.raffaeledavinci@elbasun.com

Dove va la scuola italiana? Come cambia la scuola italiana?

Sono gli slogan più sentiti, più sfruttati ma che ci danno un'idea che un cambiamento in effetti si stia delineando.

Dare delle risposte non sempre è facile! E i cambiamenti sono sia dal punto di vista didattico che amministrativo.

Dal punto di vista amministrativo e gestionale si può dire che sta andando verso una piena autonomia e ad una completa informatizzazione. Siamo agli inizi ma comunque è cambiato il modo di operare di tutti gli uffici di segreteria da cui dipende l'efficienza e la operatività, dal punto di vista amministrativo, della scuola. Ci si è uniformati nell'uso dello stesso software per le varie aree di competenza e per la posta elettronica. Quindi collegamento telematico tra le varie scuole e direttamente con il Sistema Centrale del Ministero della Pubblica Istruzione.

Ci si è trovati improvvisamente a dialogare per via telematica con i colleghi di ogni parte d'Italia, calati in realtà diverse, ma con i problemi di tutti. Si è verificata immediatamente la necessità di un confronto, scontro e scambio di opinioni e pareri e il mezzo a disposizione è diventato quindi la via più agevole e semplice per comunicare.

Alcuni mesi fa, soprattutto per il problema dei nostri organici, si è costituito spontaneamente un Coordinamento Telematico Scuole, appunto tramite la rete INTRANET del Ministero P.I. attualmente formato da un centinaio di scuole (D.D., Scuole medie, Superiori) operanti su tutto il territorio nazionale.

Ogni giorno si ricevevano mail da scuole per proteste e messa in evidenza di ingiustizie ed incongruenze, si è ritenuto che se tutto ciò fosse stato affrontato e pianificato collegialmente e uniformemente fra tutti i colleghi a livello nazionale avremmo potuto avere una attenzione molto più ampia e quindi più efficace.

Le lettere di protesta inviate senza un coordinamento e un comportamento unitario non hanno effetti positivi e determinanti, si perdono nei cassetti dei più diversi funzionari ministeriali, dei sindacati, associazioni ecc.

"La nostra forza sarà l'unità a livello nazionale e il Coordinamento Telematico sarà il nostro mezzo a disposizione in quanto immediato, diretto e unitario, lo useremo per farci sentire...... tutti insieme!"

Questo coordinamento, inoltre, si prefigge di aprire un dibattito all'interno della rete intranet per uno scambio di idee, di opinioni, discussioni aperte e soprattutto costruttive per un miglioramento vero e sul campo, per un'autonomia non solo sulla carta, ma nella realtà quotidiana di ogni singola scuola.

Arrivare ad una uniformità d'intenti e quindi ad una crescita omogenea e reale per tutti.
La necessità di un coordinamento è nato anche dal bisogno di comunicare fra scuole interessate, con colleghi d'accordo con queste idee e disponibili a dividere con altri le proprie conoscenze e animati da spirito collaborativo. Quei colleghi (e sono tanti) che hanno sempre operato per un buon e migliore andamento della scuola, che hanno sempre collaborato in sintonia con il personale docente e si sono aggiornati e formati negli anni per libera scelta e in conformità ai cambiamenti che si sono via via verificati.

Tutto questo compatibilmente con i ns. doveri di servizio e la mole di lavoro. E' un'occasione di confronto costruttivo e di collaborazione allargata.

L'auspicio è che questa necessità sia avvertita da tutti a livello nazionale.

I problemi che si incontrano ogni giorno sono tanti sia di carattere amministrativo che tecnico, sia normativo che pratico.

Sapere che c'è la possibilità di avere scambi di idee, di inviare richieste di aiuto e di opinioni non potrà che essere positivo per tutti noi e non ci sentiremo così "abbandonati" ai vari problemi quotidiani.

Per evitare invio di mail sgradite, non accettate ecc. è necessario, per far parte di questo Coordinamento Telematico, inviare un msg di adesione tramite la posta elettronica internet al seguente indirizzo c.t.scuole.raffaeledavinci@elbasun.com

Antonino Vinci                  


il sito  del SOLE

www.elbasun.com - il sito del SOLE