Daniela Lampasona

Biografia

Mi hanno detto:" Cara Daniela per meglio farti conoscere occorre una tua biografia".
E allora avevo iniziato:sono nata a Palermo il 28 maggio 1956, sono alta.... beh, a questo punto, mi sono fermata e mi sono detta..."Nessuno capirà come sono se mi descrivo così "e allora ecco qua la mia giusta descrizione.
Sono quasi una gnoma.
Sapete? Una di quelle gnomette che si trovano nel cammino proprio quando meno te lo aspetti.
Allegra, simpatica, fantasiosa, forse anche un po' senza età.
Cerco sempre di divertire la gente e di vedere il bello ed il buono in ogni situazione.
Sin dal mattino canticchio!
Sono felicemente sposata e ho un dolcissimo figliolo.
Non vi posso elencare tutte le cose che mi piacciono, perché sono molte, quindi ve ne dirò solo qualcuna.
Mi piace fare passeggiate in riva al mare, in campagna, tra i boschi, per le strade, raccogliere conchiglie, sassolini colorati, fiorellini, foglie e sorrisi della gente.
Mi piacciono i tramonti e i giochi di fuoco, gli aquiloni che volano nel cielo e gli armoniosi voli delle rondini, gli arcobaleni e le onde del mare.
Le feste di paese e la banda.
Mi commuovo quando vedo due nonnetti che teneramente ancora si tengono per mano e mi dispiaccio tanto quando vedo gente che soffre e vorrei aiutare.
Nel mio piccolo, anche se gnoma, ho una pagina dedicata ai bambini
sulla rivista A.N.P.O. (Associazione Nazionale Prevenzione Oncologica)
Questa Associazione si occupa dei bambini leucemici, che non hanno possibilità economiche, e grazie a lei, essi non solo possono essere assistiti e curati, ma vengono anche ospitati , insieme ai loro genitori.
Colori preferiti no ne ho, ma forse due sono quelli che mi piacciono di più:
l'azzurro con tutte le sue tonalità, e l'arancione con tutte le sue sfumature!
Per il resto mi piacciono tutti e ho anche fatto qualche dipinto.
Bruttino in verità, ma mi diverto così tanto a impiastricciare i colori, che il risultato è nella gioia dell'esecuzione.
Così lavoro la cartapesta realizzando maschere!
La mia canzone preferita è la Donna cannone, perché alcune volte beh anche a me piacerebbe essere bella, ma anche se non lo sono non me ne faccio di certo un cruccio.
Poi, per me tutto è musica!
Anche le filastrocche che scrivo, le scrivo sentendo una musica.
Così come le poesie e le favole.
Ballare mi piace moltissimo, anche se non so farlo.
Peccato che non vada da tantissimo tempo a ballare!
Ecco, se volete farmi un regalo, una sera, in una grande piazza con tanta gente, invitatemi a ballare......

Indietro