Dr. Massimiliano Zanetti

speciale salute

Ortodonzia

a cura del Dott. M. Zanetti
medico chirurgo odontoiatra

massimiliano-zanetti@elbasun.com

L'ortodonzia è una disciplina molto importante nella pratica odontoiatrica, non solo perché è in grado di risolvere diversi problemi sia nei bambini che negli adulti, ma anche perché, se usata in tempo, essa può prevenirli.

La meta che ogni ortodonzista si prefigge di raggiungere è quella di rapportare correttamente le due arcate, premessa indispensabile per una corretta funzione, con lo spostamento dei denti.

Anche se l'ortodonzia si rivolge a pazienti giovani di età compresa fra i sei e i quindici anni, oggi con maggiore frequenza che in passato pazienti adulti si rivolgono all'ortodonzista non solo per migliorare il loro aspetto, ma anche per risolvere disturbi più gravi.

Ma quale è l'età giusta per iniziare un trattamento ortodontico?

Per gli adulti non ci sono problemi, mentre per i giovani dobbiamo distinguere due fasce di età:

- dai sei ai dieci anni circa
- dai dodici anni in poi.

Nella prima fascia di età quando il bambino presenta una dentizione mista, cioè con la presenza di denti permanenti e di latte, vengono corretti alcuni tipi di malocclusione con apparecchi mobili.

Questi possono essere placche o attivatori, sono costruiti in resine acriliche e agiscono su tutta un'arcata o su un dente singolo.

Il loro vantaggio è che sono apparecchi relativamente semplici, e che possono essere applicati sin dall'età di sei anni.

Di contro hanno che risolvono solo alcune malocclusioni e che non essendo fissati in nessun modo alle arcate la loro efficacia dipende dalla buona volontà del piccolo paziente nel portare l'apparecchio.

Nella seconda fascia di età i bambini o meglio i ragazzi presentano o dovrebbero presentare tutti i denti permanenti tranne ovviamente i denti del giudizio.

In questi casi come anche negli adulti vengono applicati sui denti mediante una colla speciale delle minuscole placchette di metallo sulle quali si fissano dei fili (archi) anch'essi di metallo (acciaio o titanio).

Gli archi hanno la funzione di spostare, ruotare e allineare i denti secondo forme prestabilite o comunque stabilite al momento secondo la necessità dal medico.

Queste apparecchiature fisse ci consentono di risolvere la maggior parte dei problemi ortodontici nei ragazzi con dentizione già permanente e naturalmente anche negli adulti con l'ulteriore vantaggio di funzionare 24 ore su 24.

Inoltre, là dove necessita mediante speciali apparecchi, possiamo guidare la crescita ossea delle arcate migliorando l'aspetto estetico del paziente.

Queste apparecchiature però necessitano di una più assidua e accurata igiene orale, proprio perché fili e attacchi favoriscono l'annidiarsi della placca batterica sui denti aumentando l'incidenza delle carie e delle malattie gengivali.

Dunque si può dire che un primo controllo ortodontico andrebbe effettuato intorno al sesto anno di età, cosi da intercettare precocemente malocclusioni e o abitudini viziate.

L'ortodonzista sceglierà il tipo di apparecchio in base all'età del paziente e al problema da risolvere.

© 2000 ElbaSun. Tutti i diritti sono riservati.
webmaster: webmaster@elbasun.com
webdesigner:webdesigner@elifeinternational.com