Proponi un argomento

Ginecologia


MENOPAUSA

Questo articolo lo dedico agli uomini, ai compagni di quelle donne che affrontano forse uno dei periodi più significativi e meno compresi della vita.

La parola stessa “menopausa” ha mille risvolti, mille incognite, evoca timori ed incertezze, è spesso rifiutata.

Il rapidissimo aumento della durata della vita ha portato la donna italiana a vivere oltre gli ottanta anni, è la più longeva al mondo!

Questo è sicuramente un successo delle cure mediche e dello stile di vita, ma è avvenuto tutto così inaspettato che chi ora ha cinquant’anni, si ricorda la nonna che a quell’età era già “vecchia”.

Forse talora è questo ricordo che mette un po’ a disagio: la cinquantenne di oggi si sente ancora giovane, piacente, ha cura di sé, conduce una vita che non si differenzia di molto da quella di una donna di dieci anni di meno.

Ed allora, gli uomini si chiederanno, che problemi ci sono? Perché parlarne? Anche noi abbiamo la stessa età.

C’è una grande differenza invece: la donna perde la capacità di procreare.

E questo cambia tutto, le regole della sessualità non sono più le stesse.

Rimane immutato l’affetto, la libido, l’aspetto fisico può cambiare di poco (qualche volta anzi migliora), ma gli ormoni che erano comparsi alla pubertà se ne vanno via, lo fanno per proteggere da gravidanze che sarebbero ad “alto rischio”.

In natura niente è casuale ed è affascinante proprio per questo, ma si può comprendere perché le donne rimangono un po’ dispiaciute da questo evento: in fondo loro ci stavano bene con gli ormoni prodotti dalle ovaie.

Estrogeni e progesterone hanno ritmato i loro anni, la mestruazione qualche volta poteva essere noiosa se si doveva andare al mare o a ballare, l’ovulazione a metà mese qualche volta poteva dare fastidio, ma insomma si sapeva che ad esser donne bisognava accettare qualche “impiccio”.

Alcune sono ben felici quando i flussi non vengono più, spesso erano legati a forti mal di testa, a depressione, ora invece si sentono come liberate.

Non è vero che molte non accettano la menopausa: per la maggior parte di loro è un evento assolutamente naturale ed atteso, soprattutto se avviene senza disturbi fisici.

L’unico, vero problema è che dovranno cambiare rimanendo loro stesse nei confronti dei figli ma soprattutto dei loro compagni di vita: perché dopo la menopausa “si cambia”.

E come è difficile trovare un adolescente uguale all’altro pur nella somiglianza di età, non è possibile generalizzare per le donne nella post-menopausa: diciamo che ognuna è diversa ed uguale, ma soprattutto ognuna fa coppia con un uomo diverso ed è l’uomo in questo caso che può modificare il destino della sua compagna-moglie-amante.

Sembrerà un paradosso ma sono convinta che non lo è: il rapporto che si è creato fra un uomo ed una donna nel tempo non è lo stesso del quindicenne o del diciottenne. In quel caso la vita deve ancora aprirsi e ci sono tutte le aspettative tipiche di quell’età, la donna che ha cinquant’anni ha vissuto a lungo, sofferto e gioito, creato e distrutto e spesso è tempo di bilanci.

Soprattutto non va lasciata sola, va “re-interpretata”, va “riscoperta” e perché no, va “riconquistata”!

Perché è bello fare un week-end da soli senza i figli, è bello apprezzare piaceri un po’ offuscati dagli affanni quotidiani. Non dimentichiamoci che la maturità apporta sapore, dolcezza, comprensione, complicità ed un affetto infinito.

Dottoressa Manola Dell'Orso

 

Home ElbaSun

www.elbasun.com - il sito del SOLE
Copyright© ElbaSun