Maria
Pescara, 8 maggio 2001

L'inviato speciale di ElbaSun

Image1.gif (3138 byte)

Un Week end da ricordare...
...all'isola d'Elba

a cura di Maria
maria@elbasun.com

Si parlava di fare il campeggio all'Elba già dall'anno scorso e un po' per gioco, un po' sul serio dicevo a Luisa, l'organizzatrice del tutto, che l'avrei accompagnata a scegliere il posto...

...Tutto questo accadeva un anno fa circa e, forse per caso, forse per un disegno prestabilito, inizio una conoscenza virtuale con un toscano, un tale Riccardo. Il suddetto amico, in seguito, mi ha presentato la Web e Mauri. ElbaSun - il sito del SOLE

Successivamente ho accettato la proposta della Web di collaborare al sito.... ma come, ma che domande fate? Il sito del sole ovviamente... ELBASUN.... i soliti smemorati eh?

Come a voler tessere una trama, le vite di queste persone, e di altre che girano intorno al sito, si sono intrecciate con la mia vita e, più il tempo passava, più la voglia di conoscerle cresceva.

A quel punto, l'occasione per partire c'era e la motivazione anche....

Siamo partite alle due di notte del 7 aprile.

E' difficile spiegare l'eccitazione dei giorni precedenti la partenza, ma lo è ancor di più spiegare l'agitazione mista a paura che prende quando il momento è giunto.....

Il viaggio è andato meglio del previsto, delle sei ore preventivate ne sono occorse solo cinque, comprese le soste.

Il primo che vedrò è Mauri.... l'appuntamento è alle 8,30 all'uscita Piombino -Venturina e, manco a dirlo, ci incartiamo giusto sull'uscita: Io e Maurizioimbocchiamo, infatti, per Venturina tant'è che ne approfittiamo per infilarci in un bar per renderci presentabili e per un buon caffè.

Si smessaggia tramite cellulare per un po', poi lo avviso del cambiamento di programma e gli dico che siamo al Roxi Bar di Venturina: "Sto arrivando....", ohi ohi, è fatta.

Manca davvero poco all'apertura del sipario su questa nuova scena.....quasi un anno di chat potrebbe sparire in un momento, riaffiorano tutte le incertezze, ma com'è che si dice? Show must go on.....

I minuti che mancano all'incontro sono interminabili, ma eccolo entrare nel bar con gli immancabili occhiali scuri e dirigersi con sicurezza verso il nostro tavolo: baci e abbracci di rito; ci si studia e di sicuro si pensa: "chissà cosa penserà di me...chissà se ho deluso le aspettative.... chissà se..... ma.... forse....." e indubbiamente si vorrebbe fare un giretto nella testa dell'altro! Eheheh...

Ci avviamo al traghetto e finalmente ci imbarchiamo; il tempo non è dei migliori, anzi, per dirla tutta è proprio brutto: c'è vento e a tratti piove.

Durante la traversata si ride, si scherza, si parla di campeggi, finalmente ci si rilassa e le "paranoie" antecedenti l'incontro svaniscono.

Nonostante il freddo esco fuori a sentire il vento e l'odore del mare e la pioggia stende su di me il suo velo. A poppa, sulla sinistra della nave, è da lì che ho la prima visione di Portoferraio e di quello che suppongo sia la torre della Linguella.

Evita e Roberta ci attendono al porto: baci ed abbracci anche con loro. Ho la sensazione di conoscere Evita da sempre, come spiegare.....è stato come rivedere una vecchia amica, come se la distanza non fosse mai esistita, come se fra di noi non ci fosse mai stato di mezzo un PC .....L'inviata speciale e la web

E' divertente e tenero vedere mamma e figlia, Evita e Roberta, che battibeccano su tutto: sull'ombrello da tenere aperto, sul rossetto con i brillantini.... sono troppo divertenti!!!!

Ci diamo appuntamento con Evita e Roberta per il pomeriggio, mentre noi altri si va in giro a cercare il campeggio insieme al nostro Cicerone Mauri.

La fortuna ci assiste tant'è che la ricerca è breve, anche se, per scrupolo, decidiamo di vedere altri campeggi.

Ora è giunto il momento delle note di merito e demerito riguardo al personale impiegato alla reception dei vari campeggi visitati.

La miglior nota di merito in assoluto per la gentilezza e la disponibilità va al responsabile del Camping Lacona Pineta, con cui, nei giorni seguenti, Luisa ha definito gli estremi della sistemazione dei ragazzi.

Le note di demerito se le contendono quasi di pari passo il custode ed il responsabile di due noti campeggi.

Le critiche mosse a questi due personaggi sono rivolte solo e direttamente a loro come singolo individuo e non alle strutture che si affidano al loro operato, fiduciosi che il turista possa essere soddisfatto.

Se volessi usare un eufemismo direi che il Signor Custode è stato scortese, ma siccome non voglio, dico che è stato cafone in una maniera che a definire indecente vorrebbe dire essere troppo buoni!

Premetto che il cartello, posto sulla vetrata della reception, con gli orari di apertura della stessa non diceva che il sabato pomeriggio non c'era nessuno con cui poter parlare, quindi, forti di non essere fuori tempo massimo, ci rivolgiamo ad un tale che ci indirizza su per la scalinata del custode. Il Signore in oggetto, manco gli avessimo chiesto chissà quale grazia, inizia a sproloquiare sul fatto che ha finito da poco di lavorare e che, volendo potremmo ritornare lunedì....

Bella eh? Lui deve scendere quattro scale e noi, da Pescara, dovremmo tornare lunedì!!

Alla fine scende, continua a borbottare, ci da i depliant, borbotta ancora e per dimostrarci la sua disponibilità Io Luisa e Maurizio alias Mauri(queste sono le sue testuali parole!) ci fa la cortesia di vedere se c'è posto per la data che ci interessa. A quel punto non mi riesco a trattenere e gli dico che se ci deve far pesare la fatica in più può anche risparmiarsi! Il posto, ad ogni buon modo, non c'è.... nel caso in cui ci fosse stato, non oso neppure immaginare cosa avrebbe detto se avessimo chiesto di farci vedere i bungalow!

L'altro Signore, invece, ha strabuzzato gli occhi quando si è sentita fare richiesta di bungalow per dei ragazzi..... forse ci saremmo spiegati male noi? Non avrà mica capito che si portava in vacanza un'orda di barbari inferociti????

Giusto per la cronaca, mi preme di ricordare che, Luisa, responsabile dei ragazzi, ha ricevuto, anche negli anni precedenti, i complimenti per il comportamento tenuto dal gruppo durante ogni vacanza...... ma, questo, il signore di cui sopra, non lo saprà mai.....

Il tempo passa ed è ora che Mauri prenda il traghetto; arriva anche Roberto a salutare Mauri.

Aribaci, riabbracci e, ora che la giornata con Mauri è volta al termine, si riaffacciano le solite domande......"chissà.... ma.... forse..."...

Se non fosse per il vento gelido resterei qui su tutta la notte: il panorama dalla strada che porta al Volterraio è semplicemente superbo. Il cielo è limpido e milioni di stelle ci fanno compagnia, un pensiero fugace attraversa la mia mente, bisogna mandarlo via al più presto e godere di questa magnifica veduta. Fa freddo, tento una foto con la mia compatta, si va via, via verso il centro; un gelato, un caffè, stradine che sembrano uscite da un altro tempo tanto sono belle.

E' passata la mezzanotte, sono in piedi da 25 ore e ne farei altre 25 così... è ora di ritirarsi in stanza a riposare e a fare una doccia; ci diamo appuntamento con Evi e Roberto per l'indomani pomeriggio.

Doccia, pigiama, giacca e via, si va sul balcone per tirare le somme di questa giornata, per fumare l'ultima sigaretta, per chiedere ad un angelo di portare un bacio alla mia bimba che dorme, per ascoltare il silenzio di questa notte di quiete, per guardare la luna vestita a festa, per vedere il luccichio tremolante delle stelle, per sentire l'odore di questo mare.....

Ancora una cosa prima di dormire....mi lascio cullare dalle note calde e suadenti di "Africa bamba"

(non credo serva dirlo, ma è una canzone di quell'arzillo "vecchietto", come lo chiama qualcuno, di Santana!eh eh eh), un sorriso, un pensiero...... Buonanotte.....

Sveglia alle 7,45 e via, subito a guardar di fuori per vedere cosa ci riserva questo nuovo giorno sull'isola del sole. Un bellissimo sole mi dà il Sto ammirando la spiaggia di Fetovaia, ragazzi splendida è dire poco, quasi quasi vado a fare un bagnetto....buongiorno e l'animo si dispone al meglio per affrontare questa giornata. Alle 10 siamo giù a passeggio per il centro, a fare compere, a bearci di questo mare e del suo profumo, a scoprire strade e vicoli dal sapore antico, ma una grandinata improvvisa interrompe il nostro girovagare e ci fa rintanare nella veranda di uno dei tanti bar che si trovano lungo la passeggiata. Un tempo correva voce che marzo fosse il mese più pazzo, mi prendo la libertà d'aggiungere che aprile gli tiene bene il passo.

Alle 16 ci vediamo con Roberto ed Evi che ci portano in giro per l'isola a vedere posti che, altrimenti, difficilmente, avremmo avuto la possibilità di vedere a causa del poco tempo a nostra disposizione. Non c'è più alcuna traccia del tempaccio della mattina e un sole caldo ci accompagna in questo pomeriggio di inizio primavera.

Enfola, La Biodola, Procchio, Punta Nera, Fetovaia, Chiessi, Pomonte, Magazzini, spiagge bianche, scogli a picco sul mare, natura selvaggia, paesi che sembrano volersi protendere nell'azzurro delle acque e poi foto per imprimere, non solo nella mente, quanta più bellezza possibile, e poi un cielo terso tanto da darci la possibilità di scorgere le isole diRoberto fotografa me, io invece Montecristo Montecristo, Pianosa, Capraia .....e perfino la Corsica.

Il sole tramonta anche su questa giornata, si torna in albergo per prepararsi per andare a cena.

L'aria frizzante della notte ci avvolge e accidentiamequandonefacciounabuona! La luna piena, splendente, luminosa, immensa, bellissima sale da dietro il Volterraio: sarebbe una foto stupenda se solo avessi portato invece della macchina fotografica compatta la reflex. Ariaccidenti a me! Tento lo stesso, chissà, magari un colpo di fortuna!

Franco, si giusto lui, Franco l'attore, ma si dai che avete capito, Franco del Dollaro II .... bhè se non avete capito di chi sto parlando andate su Elbasun, è lì... ho perso il filo.... ah si, dicevo, anche Franco è con noi stasera. A cena ho modo di conversare in modo molto piacevole con Evita: scopriamo di essere rimaste colpite allo stesso modo da un libro, scopriamo d'amare il mare con la stessa intensità, l'amore per la musica è lo stesso, musica da ballare e musica etnica, la musica dell'anima, quella musica che ti parla di posti sconosciuti come se facessero parte di te da sempre, si vive entrambe di sensazioni ed emozioni; l'avverto vicina, molto vicina, è davvero come conoscerla da sempre e la vedo e la percepisco molto simile a me per certi aspetti. Roberto ascolta, osserva, guarda la sua Evita con amore. Ci raccontano la loro storia e gli sguardi di complicità che si scambiano di tanto in tanto dicono più di mille smancerie. Il vulcano Evita e il pacato Roberto sono davvero splendidi, una bella coppia davvero.

Cosa?????? Volete sapere la loro storia???? Non se ne parla proprio! E la privacy dove la mettiamo? Ma siete duri? Ho detto di no, al massimo Franco mentre ci recita dei versi di Totòpotreste parlare direttamente con lei se la curiosità vi divora, a lei chiedete tutto ciò che volete, io dal canto mio sono muta come una tomba o un pesce.... scegliete la situazione che preferite... chiedetemi tutto ma non dei fatti privati della Web!

Evita fa il rewind su aneddoti di gioventù, su episodi della sua lunga storia d'amicizia con Franco, il tempo passa allegramente e una volta fuori del locale Franco ci dà un saggio delle sue arti di recitazione. La compagnia è ottima, la serata splendida, si sta divinamente bene. Salutiamo Franco e si va a vedere Portoferraio dall'alto di Forte Stella.

Passiamo per strade talmente strette che ci vorrebbe un'equazione di 3° per vedere se c'è abbastanza spazio per passare con la macchina.

Ci tratteniamo in macchina ancora un'ora buona a parlare, a ridere su episodi reali ed improbabili proposte sulle quali è meglio sorvolare....eh eh eh!

E' ora di salutarsi: baci, abbracci e appuntamento alla prossima visita .....volete sapere quando? Bhè vediamo...ad ottobre di sicuro tornerò insieme alla mia famiglia per la festa del sito.... e questa è una notizia che siete pregati di spargere in giro..siete invitati tutti..... ma si, tranquilli, la Web ne darà notizia sul sito a tempo debito, ad ogni buon conto tenetevi liberi per ottobre.

La giornata si conclude allo stesso modo di ieri: doccia, pigiama, balcone, Santana, sorrisoLa simpatia di Franco è travolgente, pensiero.... buonanotte....

E' un peccato partire con questo sole..... a poppa, lato sinistro, acqua, cielo, sole, un gabbiano ci segue poi si lascia galleggiare su questo bellissimo mare..... sembra lo stesso che mi segue nelle mie passeggiate al mio mare...... improbabile?.... e chi lo sa che non sia proprio lui....

I pensieri si rincorrono, le domande sono le stesse, il tempo darà risposta a tutto; il tempo dirà se qualcosa s'è perso per strada, se qualcosa è rimasto imbrigliato nella rete della realtà, nell'impatto visivo, ......è solo questione di tempo

Volti e nomi si rincorrono nella mia mente: Mauri ueppaaaaa, il vulcano Evita, il pacato Roberto, Franco l'attore, la bella Roberta e poi chi non c'era: la Bellastella Ili, raimbow Ruggiero e Riccardo che ha dato inizio a tutto questo..... come? volete sapere con loro quando ci si vedrà? La risposta sempre la stessa (solo che prima era una domanda!), "chissà.... ma..... forse....".

Grazie amici.

Sun


Home ElbaSun
www.elbasun.com
© 2001 ElbaSun - Tutti i diritti riservati