L'inviato speciale di ElbaSun

Clicca per ingrandire
Avola, maggio 2001

a cura degli alunni della 2°B
i.c.vittorini.avola@elbasun.com

Raccolta differenziata
Emergenza rifiuti: un problema da risolvere

EMERGENZA RIFIUTI

L' emergenza rifiuti coinvolge singolarmente tutti i cittadini. Per superare tale problema occorre modificare alcuni comportamenti individuali quotidiani. Noi alunni della 2^ B insieme ai docenti della classe, con il supporto del geologo dottor Campisi, la collaborazione delle nostre famiglie e dei responsabili degli EE. LL. abbiamo iniziato un percorso che prevedeva attività teoriche e pratiche. Per coinvolgere anche gli altri nella costruzione di una diversa cultura nei confronti di tale problema abbiamo pensato di realizzare un ipertesto.

Ipotesi GAIA : Il nostro pianeta è un sistema che si trasforma e al pari di un organismo vivente e del quale tutte le specie ospitate, essere vivente e natura fanno parte integrante.

ECOSISTEMA

Siamo gli alunni della 2^ B del Primo Istituto Comprensivo "Elio Vittorini" di Avola.

Noi e i nostri docenti stiamo studiando il problema dell'inquinamento ambientale e ci siamo accorti che è importante la raccolta differenziata dei rifiuti.

Per sensibilizzare gli altri al problema e diffondere la cultura della salvaguardia dell'ambiente, abbiamo richiesto all'Ufficio Ecologia del comune di Avola, dei contenitori per la raccolta differenziata, così da essere collocati nella nostra scuola, via Casalini 66.

Esaurita la discarica di Avola I R. S. U. saranno portati a Siracusa

Noi alunni della 2aB del 1° Istituto Comprensivo "Elio Vittorini" siamo stati sensibilizzati alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani e abbiamo fatto inserire all'interno della nostra scuola sei contenitori colorati: quattro per i rifiuti normali e due per i rifiuti pericolosi quali pile e medicinali scaduti. Ormai il nostro comune, insieme ad altri della provincia, è costretto a portare i rifiuti a Siracusa infatti la discarica è stata chiusa giovedì 8 febbraio 2001 con ordinanza prefettizia di natura " contigibile ed urgente lo smaltimento dei R. S. U. ". Questa ordinanza ha messo in allarme gli amministratori del settore ecologia i quali già stanno studiando un piano per effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti che, oltre ad essere importante per il ciclico di materie prime, allungherebbe di molto tempo il riempimento del bacino di una discarica nuova.

Secondo i tecnici del comune di Avola, la discarica di contrada Nicolella - Baglio avrebbe una capacità di utilizzo per altri quattro mesi e il problema della chiusura potrebbe essere risolto con l'autorizzazione dell' ampliamento dell' attuale bacino di raccolta.

Noi alunni sensibilizziamo gli abitanti di Avola ad effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti sottolineando che molti rifiuti potranno rientrare nel ciclo produttivo. Tutto ciò servirà soprattutto a migliorare l' ambiente e anche a non fare aumentare le tasse.

Per rifiuto si intende tutto ciò che non ci serve. Esistono tre tipi di rifiuti:

1) R. S. U.(rifiuti urbani solidi)
2) R. S.(rifiuti speciali)
3) R. T. U.(rifiuti tossici nocivi)

Ogni anno si producono circa 300 kg di rifiuti pro capite quindi 0,8kg al giorno.

I sistemi di smaltimento sono quattro:

1) discariche controllate;
2) inceneritori;
3) compostaggio;
4) riciclaggio (max 80% del volume).

160_5.jpg (6548 byte)I rifiuti nella mia città.

Nella mia città i rifiuti vengono raccolti ogni giorno dagli operatori ecologici. Gli operatori passano per le nostre strade a raccogliere i rifiuti e svuotano anche i cassonetti. Nella discarica c'è un forte odore sgradevole e si raccolgono varie tonnellate di rifiuti come se fossero grandi pietre perché ogni famiglia ne crea tanti. Oltre ai comuni rifiuti si effettua la raccolta differenziata di vetro, carta e plastica. Questi tre tipi di rifiuti vengono raccolti per poi riciclarli e farne degli altri e vengono depositati nei contenitori specifici di diverso colore. Una volta raccolti vengono trasportati alla discarica.

I doveri dello Stato

Lo Stato ha il dovere di riguardare l'ambiente e la salute dei cittadini, ma è da ciascuno di noi che deve venire il cambiamento per migliorare la qualità della vita sul nostro pianeta. Lo Stato deve emanare leggi per la tutela dell'ambiente, controllare che esse vengano applicate, punire chi non lo fa e porre rimedio ai danni già compiuti. In particolare dovrebbe favorire l'uso di fonti di energia pulita, provvedere al rimboschimento del suolo, porre un deciso freno all'uso di sostanze chimiche in agricoltura, assicurarsi che i rifiuti vengano smaltiti in maniera corretta e favorire il riciclaggio, potenziare la rete di depuratori e assicurarsi che abitazioni e industrie non scarichino direttamente nei corsi d'acqua.

I doveri del cittadino

L'opera dello Stato può diventare inutile se ciascuno di noi non fa la sua parte.

E noi possiamo fare molto.

FIGLI

Raccogliere separatamente carta, vetro, lattine e vecchi abiti;
gettare le pile usate e i medicinali scaduti negli appositi contenitori;
ascoltare lo stereo a basso volume;
chiudere il rubinetto mentre mi insapono;
non sciupare carta;
spegnere la luce quando esco da una stanza;
non fare giochi rumorosi.

MAMMA

Non utilizzare prodotti in bombolette spray;
non acquistare prodotti in involucri non riciclabili;
usare più volte i sacchetti di plastica;
scegliere elettrodomestici a basso consumo;
usare l'acqua con cui ho lavato la verdura per le piante;
non utilizzare detersivi troppo forti

BABBO

Acquistare prodotti riciclati;
non disperdere nell'ambiente olio per auto usato, vernici o solventi;
usare più speso i mezzi pubblici;
scegliere un'automobile con marmitta catalitica;
installare le zanzariere anziché usare insetticidi

Concludiamo questo articolo augurandoci un impegno da parte di tutti per un futuro migliore.


Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE
© 2000 ElbaSun - Tutti i diritti  riservati