miriam@elbasun.com

 Autunno

Guardo la terrazza… è piena di foglie, rosse, gialle o ancora verdi… penso che dovranno essere raccolte.

Osservo gli alberi quasi scheletrici… così diversi fra loro eppure simili… convivono insieme, vicini vicini… alberi che, giorno dopo giorno, anno dopo anno, sono rimasti lì, sono cresciuti incuranti di tutto quello che accadeva loro attorno, di ogni feroce temporale, di ogni tempesta… forti soltanto delle loro radici.
Anche il cespuglio delle rose è spoglio… ne è rimasta solo una, bella, gagliarda, altezzosa… ha perso il profumo non il suo colore rosso scarlatto.

Lascio liberi i pensieri, li lascio andare dove vogliono, perché no, anche di farmi male… quel sottile dolore che senti quando ripensi a qualcosa o a qualcuno importante per te e hai la consapevolezza, nonostante tu ci abbia provato se n'è andato, che non tornerà più e sarà sostituito da mille altri momenti che vivrai, che ti faranno palpitare, che ti scalderanno il cuore, che ti smuoveranno l'anima come solo certi momenti sanno fare….

Quante volte avrei voluto che il tempo si fermasse, quante volte ho sperato che un momento o un giorno durassero per sempre… per poi scoprire che il bello del tempo che passa sono i ricordi, il calore che ancora riescono a trasmetterti…

Un leggero vento solleva le foglie, le fa turbinare, gioca con loro….

Mi avvicino ad un albero… c'è un cavo dentro il fusto… infilo la mano ed estraggo un piccolo foglio bianco… lo apro… c'è scritto:

"sono tornato, sono l'autunno!".

Miriam

 

Indice dei RACCONTI


www.elbasun.com - il sito del SOLE