miriam@elbasun.com

 Nel web si può cambiare l'identità

Lei è davanti allo schermo, chiede libertà per una notte, solo per una notte, libertà di essere un'altra.

Si spoglia degli indumenti, li appende dietro alla porta, si libera del corpo e dei pensieri: entra nella scatola che ha dinanzi, abbassa le tende, accende il virtuale: chi la guarda da fuori non vede altro che un'ombra vagante. Qui incomincia il processo di trasformazione, si modifica il DNA.

Un'altra struttura fisica, altro colore e pettinatura di capelli, altri occhi ed altra personalità.

Una strada ampia alberata, non molto trafficata, si apre davanti a "rugiada"; la percorre piano piano, arriva in fondo e poi ritorna indietro. E' una notte di luna piena, adatta ai cuori innamorati, ai romantici, ai solitari.

E' tardi, c'è poco traffico. Una finestra si apre, appare un nick con un saluto cordiale, è pincopallino, anche lui spogliato di tutto, libero in quella notte magica.

Ciao, risponde rugiada, cerchi compagnia?
- Cerco quella parte di me, la più vera, la più nobile
- E la cerchi qui? Come fai a trovarla? Come la riconosci?
- Ascolterò i messaggi che mi manderà la mia mente, sentirò il profumo dell'avventura, la gioia di evadere
- E cosa farai?
- Sarò un venditore di storie.. Racconterò storie fantastiche: d'amore, di avventura, tragiche e spassose.. volerò in alto con la fantasia, lassù fra le nuvole. Ma tu, dimmi, cara rugiada, cosa cerchi in questo mondo notturno?
- Io non cerco nulla, io vendo amore. Voglio brillare al buio, come una lucciola, nel mese di maggio.
- Ma l'amore non si vende, l'amore si dona!
- Esiste una parte dell'amore che si può anche comprare, si chiama "sesso".
- Ho capito, tu sei una..
- No, non dirlo, detto dagli uomini suona molto offensivo, molto meglio dire: una venditrice di amore, non sei d'accordo?
- Ma chi sono quelli che vengono da te.. a comprare???
- Sono uomini di tutte le categorie, anche persone molto importanti nella vita per il solo gusto di cambiare, di fare anche questa esperienza con una come me.
- Ma anche uomini sposati?
- Sì, anche loro, anche se non hanno problemi con la moglie. Loro sono i più falsi, quelli che dicono che non è un tradimento il loro, quando fanno sesso con un'altra non tradiscono, lo fanno solo per il piacere di farlo. sono le donne che tradiscono perché ci mettono i sentimenti. E' il solito discorso maschilista! E sono anche i più esigenti, quelli che pretendono i tacchi a spillo, le labbra marcatamente rosse, le autoreggenti, il perizoma. insomma devi essere molto diversa dalla moglie, devi rappresentare il peccato al quale non si può e non si deve resistere.
- Rugiada, ma come ti senti quando "vendi " il tuo corpo?
- Non sento nulla, sono una professionista, penso solo al guadagno, al mio mestiere. Molte altre donne fanno sesso con più uomini con la sola differenza che loro non si fanno pagare ma lo fanno per un loro piacere erotico: a volte è un amico, a volte un collega di lavoro, a volte ancora il ragazzo o il marito dell'amica.. sono le infedeli, quelle che non sanno resistere al richiamo del maschio. Loro provano piacere, io no.
- Ma l'amore è piacere! Non ti sei mai innamorata?
- Una volta sì, ma tanto tempo fa, ora non posso permettermelo, sarebbe la fine del mio mestiere
- Non hai mai pensato di trovarti un altro lavoro?
- Sì, quando avrò messo da parte una certa somma e non sarò più giovane e bella perché gli uomini mi desiderino, aprirò il mio cassetto dei sogni e da lì tirerò fuori una boutique per biancheria intima e la venderò alle signore che dovranno farsi ammirare dai loro uomini, mariti o amanti che siano.
- Mi sembri triste Rugiada, posso fare qualcosa per te?
- Sì, amico mio, avrei un favore da chiederti.. raccontami una favola, stasera ho voglia di dolcezza e tenerezza.
- Per te amica mia, la più bella favola. ci accompagnerà in questo cammino il bambino che è in noi.

"C'era una volta un piccolo principe che abitava su un pianeta piccolissimo, dal quale, spostando una sedia, si potevano osservare più tramonti, più albe...
Incontrò una volpe che gli chiese di addomesticarla.
Che vuol dire addomesticare? Vuol dire creare dei legami, solo così potrò diventare tua amica.
Ma lo sai che io dovrò andarmene e tu che farai?
Io soffrirò, quando te ne andrai.
E perché vuoi che ti addomestichi, che diventi tuo amico se dopo soffrirai?
Lo sai piccolo principe, quando guardo i campi di grano non provo nulla, a me non piace il grano.
Ma tu hai i capelli d'oro e, dopo che mi avrai addomesticato, guardando i campi di grano, penserò a te.
Ora ti svelo un segreto, disse la volpe, NON SI VEDE BENE CHE COL CUORE. L'ESSENZIALE E' INVISIBILE AGLI OCCHI."

Che bella storia! Grazie Pincopallino
- Rugiada, dove sei? Non ti vedo più!
- E' l'alba, amico mio, la luce del sole offusca la mia, è ora che me ne vada. Addio.

Miriam

 

Indice dei RACCONTI


www.elbasun.com - il sito del SOLE