Infinito

Respiro lontano, il tuo,
che passa sul viso come dolce zefiro…
mani, occhi, labbra incontaminate…

E cala la sera sospesa tra cielo e terra,
misterioso ripetersi che eleva la mente
ad invisibili sinuose melodie…

Forme arcane d’autunno
e toni spenti nella notte,
lembi di suggestione,
diventano la mia poesia…

Fremiti di libertà che
i colori dei sensi dell’anima nostra, dipinge,
attimi che fuggono e mai si ripetono…

Fiamma che arde questo fuoco
e mantice che soffia sul rovente metallo
che scolpisce il tempo immortale,
di spazi di vita, di sogni, …
di amore.

Torna indietro

Vittorio Masala

Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE