Ti ho pensato

Troppo, ti ho pensato…
tanto, ti ho pensato.

Ti ho pensato al mio risveglio al mattino,
Ti ho pensato sotto la doccia,
Ti ho pensato mentre mi truccavo,
Mentre mi vestivo,

Ti ho pensato durante il mio cammino
e
ti ho pensato mentre mi spogliavo, lentamente…,
guardandomi allo specchio …,

Vanità!

Ti ho pensato? Sì, ti ho pensato.
Ti ho pensato là dove sei,
lontano da dove io sono.

Ti ho pensato sì, ti ho pensato e con desiderio…,
perché io non sono razionale.

No.
Muoio
per la voglia di sapere
dove sei,
come ti muovi,
cosa fai,
con chi parli,
con chi stai,
come sei,
ma non chiedo,
mai…

So che ti cerco,
ti rincorro così come si corre dietro ad un sogno,
forse.

Sì, è cosi, sicuramente: rincorro ciò che non c’è.

E tu ……
mi hai pensato?

- Stupida – mi dico
- I sogni pensano? – mi chiedo.
Sparisci come un’illusione,
mi appari e svanisci come i sogni,
improvvisamente…
Presenza-assenza: ci sei, non ci sei,
ci sei, ma sei lontano.

Nessuna traccia di te, né parole, né presenza.

E mentre ti penso,
mi accorgo che non ti conosco,
non so quasi niente di te……...
ma ti cerco.

Cerco l’ignoto che sei per me.
Ignoto è sapere
se conoscerò il vero che c’è in te,
ignoto è sapere
se riusciremo ad ascoltarci,
ignoto è avvertire
l’autentico in quello che mi dirai,
ignoto è riuscire a comprendere
il punto di partenza
e quello d’arrivo
senza umori
né per questo e né per quello.

L’ignoto è il sogno di te.
E il pensiero di te
Offre a me
un’ora,
un giorno,
un mese,
di più
di meno…...
chissà……

E’ il solito sogno.

indietro

Stellacometa agosto 2000

stellacometa@li.technet.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com