Il ruscello

Come un uomo,
il ruscello vive,
scorre e soffre.

Lo agita la brezza
quando fruscia nell’atmosfera.

Il sole lo scalda
come ogni altra creatura.

E patisce
allorché l’individuo lo contamina.

Ma il ruscello
non può pronunciare
una parola, è sempre là,
denso di tristezza.

Si librano gli augelli
specchiandosi ogni tanto
discendono a terra,
sperando di dissetarsi,
ma l’acqua inquinata può seminare
la morte.

“Povero ruscello,
quanto sei utile,
quanto sei umile;
ma quant’è grande il tuo gemere!”

Torna indietro

Silvana Pagella

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com