Notti insonni

Son lunghe e tenebrose
le notti insonni.

Le nottate di colui
che non riesce ad abbassare le ciglia;
sono lunghe e gli paiono senza fine.

Non può assaporare i sogni
cui rendono la vita più gaia.

Si gira e si rigira nel suo letto,
e nel suo intelletto
vagano pensieri tristi,
pensieri lontani,
ricordi infantili.

Egli tenta più volte di scacciarli,
contando fino a cento, sino a mille,
ma le sue palpebre
gli danno la sensazione
di essere pesanti
similmente a due piombi.

S’alza il tardi:
stanco, sfinito
e le sue iride svelano l’insonnia.

Torna indietro

Silvana Pagella

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com