Prima pioggia


Capricciose nuvole
errano sul cielo.

Ecco d’un tratto cadere
le prime gocce di pioggia
sul suolo non ancora, verde del tutto.

E’ una pioggia leggiadra,
una pioggia della nuova
e tiepida primavera
che discende piamente,
dal firmamento appena incupito,
e distoglie in fretta i resti dell’ultima neve.

Lava dolcemente,
i rami del faggio tuttora, scheletriti.

Dona tepore agli steli
perché sboccino le primule.

Gli usignoli coi loro trilli,
s’accingono ai soffici nidi
dove deporranno le uova.

Nella cuccia
il cane agita la coda
e guaisce divertito,
vedendo cadere
le trasparenti gocce d’acqua.

I fanciulli nei loro impermeabili
non temono l’acquerugiola,
e dalla pioggia tendono i visetti
per farli adacquare
dalla corte azzurrina.

Soltanto gli scuri e tristi cipressi
impregnano di lacrime del cielo
tutti i tumuli nel cimitero.

Torna indietro

Silvana Pagella

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com