Come posso

Non ci sono rancori
in questa lunga notte che muore
percorso di una strada
che riconduce al punto di partenza
Alla ricerca dell’Amore
quando la convinzione di non meritare Amore ci sopraffa
e’ il destino nelle nostre mani
Mani strette, dita attorcigliate
Mani allegre, palmi che si sfiorano
Mani calde che toccano con Amore
Mani che si lasciano
generando un frammento d’inverno
gelo sopraggiunto dopo tanta primavera
Echi d’ansia mentre la memoria si fa parola,
in questo sogno senza età, che la notte si porta via
così lontana per sempre sarà la tua immagine
nulla voglio conservare, tutto voglio cancellare
ma come posso... dimenticare?.

Torna indietro

Silvana
11/07/07

Home ElbaSun
www.elbasun.com