Sentirti come un caldo abbraccio

Sentirti come un caldo abbraccio di una coperta su un corpo intirizzito,
come il lago che ristora la sete, e ritempra lo spirito agli uccelli migratori.

Sentirti come l'agognata costa per l'esausto naufrago,
come l'onda, che attirata da chissà quale forza della natura,
va a finire la sua corsa sulla spiaggia.

Sentirti come il cibo ristoratore per l'affamato,
l'acqua per l'assetato, il riposo per l'esausto.

Oppure sentirti come un cucciolo
che si abbandona alle rassicuranti carezze della madre,
quando, tenera, ti abbandoni al piacere dell'amore.

Quando insieme scaliamo le vette che portano le nostre anime a fondersi,
quando, in una dimensione che diventa nostra, non siamo più due corpi,
ma pura energia vitale, che si ricarica soltanto di noi stessi.

Niente può intaccare questa appartenenza,
tutto questo ci appartiene, sopravvive a noi, vive di vita propria,
la separazione, i tradimenti, i drammi, la depressione, la morte,
non potranno dividere ciò che è indivisibile.

E tutto ciò è perché noi siamo cosi, siamo i due lati di una stessa medaglia,
siamo la leggerezza e la pesantezza, che formano la vita,
siamo l'idrogeno e l'ossigeno, che formano l'acqua,
siamo il sole e la luna, che formano il giorno.

Non chiedere a me di cambiare, non ci sarebbe l'acqua,
non chiedere a me di cambiare, non ci sarebbe la luna alla fine del giorno,
non chiedere a me di cambiare, senza leggerezza non ci sarebbe la vita.
E soprattutto non chiedere a me di non appartenerti, non ci sarei io.

indietro

Salvo

pasem@tiscalinet.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com