Sulla bilancia della giustizia

Sulla bilancia della giustizia
ho messo i nostri corpi di amanti poveri
che hanno tanta luce da donare.
Il piatto pendeva dalla parte opposta:
e questa è giustizia?

Dall'altra parte bidoni ricolmi d'immondizie
e di cadaveri mascherati da uomini; la luna
non ha sputato nemmeno un piccolo raggio:
    e questa è giustizia?

Quanta miseria c'è al palazzo della giustizia!
Ecco perché non mi lamento
tu e io siamo i più ricchi del mondo.

Dalla bilancia della giustizia
ho tolto i nostri corpi di amanti poveri
e vi ho messo la casa che hai sognato
la casa che ogni giorno sogno.
Il piatto pendeva dalla parte opposta.
Vi erano bidoni ricolmi di sterco
mascherati da uomini, case vuote,
abitate nemmeno da spettri.
Uomini avvolti in una coperta di fango
nascondono la loro volontà;
noi sfiancati ma non domi,
grattiamo il fango con le unghie
e intoniamo la canzone fatta di parole d'amore.

Torna indietro

Reno Bromuro
Roma 21/2/1976

rbromuro@inwind.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com