Mi giunge come l'aurora

Giunge come l'aurora questa musica bruciata,
questa sensazione di parole inutili
- che vorrebbero diventare suono -
rimbalzare su una luna striata,
- come le maglie della Juventus o dell'Udinese -
mi mordo le labbra affinché il sangue le fermi.

Carne che sentiva freddo e caldo
rimane insensibile al dolore
perché paura più grande l'avvolge.

Lascia pure la porta aperta
non chiudere se la paura
t'affossa in un tramonto virtuale.
Lascia che il vento porti via
la cenere della musica bruciata
il sangue che cola dalle labbra
le parole imprigionate nel sangue.

La luna non più striata viene a me
e si congiunge all'aurora reale,
mentre dal mare, sole e arcobaleno
racchiudono il mondo in una lacrima.

Torna indietro

Reno Bromuro
Roma 4/11/1983

rbromuro@inwind.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com