Confuso tra i cipressi

Confuso tra cipressi silenziosi,
albero amante di chiari tramonti
dolcemente non si ribella al vento
che foriero di cose rapite porta
da un ramo all'altro raggi di luna.

Come fazzoletto sventolante
il ramo baciato dal vento si dondola,
riporta alla memoria infanzia remota,
come corso d'acqua pura e tranquilla.

Sotto un cielo di seta verde, rosa e gialla
fiammeggiante come la tua chioma, corro
verso il ruscello mentre una stella ammicca.

Lunghe file di cipressi tacciono nella notte
solo la tua voce e quella del vento giocano
col rumore dei passi stanchi sul selciato.
All'alba un raggio di sole duellerà: sciabola allegra.
Allora il tuo canto come quello dell'Allodola
riempirà le valli e le acque tranquille del ruscello
porteranno l'annunzio di quest'amore pel mondo.

Cipresso amante di chiari tramonti,
correrò da te come l'assetato alla fonte,
come il beduino all'oasi
come la neve alla montagna
come l'allegria al sole
come la notte all'alba
come l'aurora all'amore.
Amore stella del mattino:
giorno ridente acqua cheta e cristallina,
vergine fonte di montagne inesplorate,
rio canterino, fila di cipressi silenziosi.

Amore mio affamato di giustizia
assetato di calde carezze
come una gattina infreddolita
nascosto in una fila di cipressi.

Torna indietro

Reno Bromuro
Roma 29/11/1983

rbromuro@inwind.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com