A Nicolina

Partisti per irrobustire la "Quercia"
e ci credetti!
La "Quercia" rinverdiva, ma era inverno.
Oggi sulla mia pagina bianca
passano volti di morte,
- Ieri solo palloni nella rete - :
volti e nomi si accavallano e la mente
scoppia nel delirio della delusione.
Non è giusto non rispettare l'ordine
- almeno quello cronologico! -
e Tu l'hai infranto volando ad angelo!

Ora il corpo nudo giace sul gelido marmo
composto in un sorriso che le labbra
forse non conobbero mai e neanche
il caldo delle lacrime riscalderà l'anima,
che invece avvampa il cuore spremuto
e asciuga il pianto sterile che m'opprime.

Non so piangere e lo vorrei tanto,
forse perché tu morta non sei,
almeno fino a quando anch'io vivrò
per riscaldare il frigorifero
dentro il quale vivo da una vita
per sapere se hai imparato a sorridere
per vedere, forse, un sorriso felice.

Sulla mia pagina, oggi, vedo
solo volti di morte, ma sulla tua,
Angelo tormentato dalla nascita,
ha scritto solo la parole morte.
Solo la "Quercia" attorciglia le radici
e… piange!

Torna indietro

Reno Bromuro
Sabato 12 giugno1988 (ore 1,20) a Roma

rbromuro@inwind.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com