Ondanera

Onda lunga, nera
travolto annaspo
vischiosa, oleosa
nauseabonda, prigioniero
l'aria cerco.

Al vento, alla tempesta,
abisso orrido, immenso,
rapire tenta.

A quale dolce amore
ride la primavera,
Tu certo il sai, tu
silenziosa Luna.

Palpitň il cuore
nell'argenteo riflesso
di un sogno arcobaleno.

Torna indietro

Renato Lonža
30 gennaio 2007

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com