Futuro

Op Op! Lenti cavalli aggiogati
trascinano il vomere lucente
spingono le stanche braccia.
Nera ferita schiusa,
profumo diffonde
dalla terra madre.
Uccelli rapidi,
nel solco, banchettano.
Nell’aria giŕ fredda
un volo di corvi,
curiosi, volteggia.
Una nebbia azzurrina
voluttuosamente
il campo ammanta.
Scende la sera.

Il sole sorge e trova
seminatore, misurato gesto,
spargere preziosa semente,
gli occhi splendenti
dal riflesso dorata messe.
Dolce, aleggia, sorriso
sul volto cotto dal sole,
mentre con la mano aperta
pare accarezzare la terra.

Ruzza sull’aia, occhi di cielo,
paffutello bimbo
capelli grano di luglio.
-Saluta, semina babbo,
di domani, l’abbondanza.-
Imita gesto, il bimbo,
sparge i grani della terra.

Torna indietro

Renato Lonža
18/11/2004

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com