Il mio Angelo

Angelo che rimembri
le mie membra smembrate
e che fai del mio, Io,
l'unica mia esistenza.
Tu hai invaso il mio cuore
in un sol battito d'ali
dove l'incoscienza del mio amore,
si è tramutato per volere tuo
come in un incantesimo,
nella sensazione più attraente
che questo mondo
di finzioni e di paure
può donare.

Torna indietro

Raffaeledavinci
1 agosto 2001

raffaeledavinci@elbasun.com

Home ElbaSun
www.elbasun.com