Senza vergogna

Non faccio rumore pensandoti piano,
non induco disordine nella mente,
mi insinuo tra dolcezze della mano
e viva fiamma di sguardo ardente.

Dipingo la tela di un sentimento reale
con la stessa leggerezza che ti sfiora,
alito sprigionato sul colle dal Grecale
per disperdersi a valle a tarda ora.

Sono artista forgiato nel ferro del coraggio,
disdegnante la comoda vigliaccheria,
non mi nascondo dentro l'illusione d'un miraggio,
pronto ad ammetterla quando la colpa è mia.

E non mi vergogno di morire senza le tue braccia,
di confessare che questa bocca solo i tuoi baci sogna
di gridare al cielo il nome tuo perché mi ricada in faccia,
no, l'amore no, non è mai vergogna,

di cantare a squarciagola la nostra canzone
davanti e nonostante l'incredula folla,
di sentirmi le viscere surclassate dall'emozione
ogni volta che mi esplodi nell'anima come bolla,

di puntare prua verso l'isola che non c'è,
di solcare il cielo svanendo lentamente,
perché so che comunque ci troverò te,
di dirti "ti amo, ma ti amo veramente".

Indietro

Piero

pierputi@elbasun.com

Home ElbaSun
www.elbasun.com