Scogliera

Fra rosmarino, erica e ginestra,
un pino svetta proteso verso il mare,
sugli scogli si frangono spumeggiando
onde lunghe sospinte dal vento.
Rumore eterno, acciottolio di sassi,
grida di bianchi gabbiani nella sera,
luccichio tremolante del golfo
in cui il sole si spegne a poco a poco.
Ora le luci della baia si riflettono
come un arcobaleno in uno specchio,
musiche lontane si accavallano,
residui di ricordi, foriere di speranze.
Perpetuo mare, fragore di risacca,
penetri nella memoria affaticata,
susciti sensazioni disperse nell'oblio,
domani ricomincia il consueto andare.
__________________________________________

Indietro

Piera Alloatti

piera51@yahoo.it