LA MIA FACCIA

La mia follia messa a tacere
dal pane che ho bisogno
di procurarmi

Il mio silenzio imposto dal potere
che non accetta che la fame
mi fa ragionare invece che delirare

La mia faccia arata dagli anni
ma che sa occultare
ancora le tempeste dell'anima

Gli amori mi hanno camminato a fianco
e si sono irritati per non avermi
mai visto rotolare nel fango delle suppliche

Ho visto anche troppa gente
considerare il dolore un fatto normale
e la gioia un'intrusa sorpresa
volta solo a cambiare collaudate difese

Ho avuto solo un amico
che non conosceva la gioia
ma una volta l'ho visto sorridere
per una gemma sfuggita a una gelata di maggio

La mia faccia
sono milioni di pagine
che non interessano a nessuno
ma ogni tanto un cuore curioso
vi legge una storia che non capirą mai
e finirą a battiti insoliti.

(dal volume vite contromano)

Torna indietro

Michael Santhers

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com