LANTERNA ROSSA

Disse il palafreniere
è il terzo tentativo
il cavallo è stanco
ha disperso le sue forze
lontane dall'accomodo

la signora sul balcone
si tocco i seni fuori dal controllo
che impone anche l'etica normale
e diventò rosa in viso

lo stalliere sussurrò
quanti disagi ci procura
il contatto della carne
ma è solo così che uomini e animali
aggiustano la psiche e liberano
il cervello come un cane al vento

la cavalla stanca di aspettare
nello spreco il discorso non gradì
e con impeto e violenza mollò
un calcio allo stalliere
che attenuò il colpo al basso ventre

intervenne di lì a poco la padrona
le donne hanno pazienza
quando si tratta di un capriccio
ma si controllano raramente
nelle voglie mosse dalla natura

io ricordo esattamente
era trascorsa una settimana
dal ventuno marzo
e intorno tutto un via vai
di animali che fino a ieri
sembravano dormire

sentìi un gatto strillare
due cani mi tagliarono la strada
mentre si inseguivano
due passeri avvinghiati in volo
mi sfiorarono gli ultimi capelli
una lepre con la coda alzata
come un'antenna
balzò davanti agli occhi

guardai poi nel cielo
e vidi due rondini lanciate nel vuoto
che sembravano due croci sovrapposte
poi pensai: porco mondo
qua scopano tutti
e non avendo il tempo per i preliminari
di un rischioso incontro
mi avviai verso un uscio che conoscevo
e sopra la porta ritrovai
la mia lanterna rossa.

(dal volume poesie cialtrone)

Torna indietro

Michael Santhers

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com