GIUDIZIO

Un occhio socchiuso
uno sguardo rivolto
a un cielo soggettivo
una gomitata
due labbra serrate
un corrugare la fronte
due braccia allargate
una bocca storta
una faccia impietrita
una mano alla tempia
per uccidere un'anima
a significare
non vali niente

ogni gesto
un francobollo
di solo andata
che poco costato
per spedire
il giudizio
di un'intera esistenza
e
quante volte
con un gesto
abbiamo ucciso
un cuore
che si reggeva
su falsi
precari equilibri

siamo tutti
rispettabili
assolti
bianchi assassini.

(dal volume silenzi che hanno parlato al vento)

Torna indietro

Michael Santhers

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com