TEMPO DI DECENZE

Rabbia e dolori
di uomini di pietra
tumulano amori
scompongono preghiere
lanciano parole
nell'imbuto del silenzio

Testimoni del ripetersi
di storie meschine
delle pene
garofani e poeti
che incantano
e flagellano
la corsa veloce
delle idee

Gesti inutili
e occhi di mestiere
ungono le gole
secche di di desideri

Vivere un momento
il resto la distanza
del lancio di una pietra
tempo di decenza
di appena un ricordo

La poesia finita
e i batteri
sparecchiano
la tavola.

(dal volume Voci dall'inferno)

Torna indietro

Michael Santhers

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com