AMANTI

Il tuo corpo su di me di fremente ardore acceso
i capezzoli induriti in uno spasmo di piacere,
con i nervi come corde di un violino magistrale
che riesce a far suonare le più dolci note al mondo.

La tua vulva ormai affogata in un mare di lussuria
che al tatto ti riempie di grandissimo piacere.

Le tue membra si contorgon di gran fremiti e tremori
mentre s'apre, sì vogliosa, la tua bocca 
a far passare la mia lingua intraprendente.

E l'amore ci accomuna, con le coccole più dolci.

Lasci andare i tuoi pudori
e la lingua mia vogliosa
si dirotta su quel fiore, che con ansia l'aspettava.
Tu spalanchi ancor di più, le tue labbra vellutate
per accogliere felice il mio membro imbalsamato.

Ci lasciamo così andare
in un vortice sublime di piacere e grande amore.

Poi arriva il gran momento, tu ti apri al grande ingresso.
La tua vulva è lì, sublime,
per accogliere felice il mio membro ormai murato
in attesa di far varco in quel luogo di piacere
così bello e così dolce che altro posto non esiste.

Ed i corpi fan tutt'uno!
Le carezze si confondon con il massimo piacere
che noi due stiamo provando
ed esplodono felici in un fremito indicibile.
Il respiro si fa affanno.
Il tuo corpo non si tiene.
Ed i visi si contorgon in un sommo godimento
mentre "lui", ormai appagato,
lascia il segno nel tuo grembo
quasi come, sì volesse,
ringraziare tu e il tuo corpo
dell'immenso gran piacere
che ci ha dato a tutti e due.

Una grande tenerezza ci conquista di lì a poco,
ci guardiamo dolcemente con la gioia dentro il cuore.
Le mie mani si accomunan alla pelle del tuo viso,
le mie labbra ti sommergon di dolcissimi contatti
mentre il cuore ci si allarga
in un grande e dolce abbraccio che cementa i nostri cuori.

E la mente, sì, galoppa ripensando a questo amor,
questo grande amor sommerso
che il tempo ed il destino o distruggere potrà,
od emergere farà  alla luce di quel sole
che il mattino ci vedrà risvegliarsi accanto uniti
per sentirsi, finalmente, pien di gran felicità.

Quella gran felicità che si prova nella vita
ad aprire gli occhi al dì e vedere accanto a te
quell'amore così grande che sommerso non è più.

__________________________________________

Torna indietro

Marco Giubba