Festa della Donna

Solitudine riempie il cuore
di un marzo gentile.
Quanto freddo nelle ossa
di un amore agonizzante!
Non hai voluto parlare.
Era pur chiara la mia speranza
in semplici risposte
...volutamente taciute...
Piango
rottami di vita bramata:
amore senza parole!
Silenzio... disprezzo.
Taccio anch'io.
Troppe ho chiesto conferme.
Sempre spietata hai colpito.
L'anima stracciata
con secche risposte,
mai incoraggiato a lottare,
mai sorrisi complici,
mai tenero gesto.
Su me tutte le colpe
di una vita stentata.
Amore divenuto silenzio
per non dirmi l'odio represso.
E' festa per la donna
ma io, uomo solo,
sto perdendo l'ultima speranza.
"Pattumiera di sentimenti
ricettacolo dei mali,
origine di sofferenza."
Nel tuo starmi accanto
questo mi dici, tacendo...
e la gioia di rivederti svanisce.
Terra del mio cuore inaridita.
Tenerezza troppo a lungo non piovuta.

Indietro

Macmax2
8 Marzo 1988

rqbevi@tin.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com