Giubiliamo

Giubiliamo il Duemila Ŕ vicino
celebriamo le nostre disfatte

i delitti
gl'intrighi
le guerre
il potere
il dolore.
Osanniamo con voce possente
ai miracoli
ai santi
agli eroi.

Attendiamo col fiato sospeso
il giudizio
che come mannaia ricadrÓ sulle libere menti
sulle inutili teste dei folli.

"Non giudicate e non sarete giudicati"...

Di venti secoli di storia
non c'Ŕ rimasta neppure
la speranza
__________________________________________

Indietro

Laura Formica

laura.formica@elbasun.com