Eroe o comparsa?

Non ho ancora definito il mio ruolo
nella vita, è appeso ad un enigma,
un pensiero assillante; sento un vuoto
da riempire, una pagina da scrivere,
e non è semplice, mio caro, credimi,
stendere un progetto coerente.

Certo, non mi compete la mediocrità
timida e dimessa di Emilio Brentani,
anonima ombra grigia d’autore,
epitome di una remissività comune.

Non e’ questa, bada, una mediocrità
Aurea, che Orazio distilla, soave,
nelle sue perle di umana saggezza
che assurgono a lotta di ideali
condotta senz’armi, con coerenza.

Non è nel mio sangue la nera
e malvagia audacia del carattere
miltoniano che perde il paradiso
poichè al servigio nei cieli azzurri
predilige il dominio negli atri abissi.
Scorre nel mio sangue, forse,
troppo latte umano e non brandisco
pugnali affilati per colpire il nemico.

Adelchi è il sogno, l’eroe integro
che non ha tremori ma calore
umano e saggia lucidità fideistica.

Amo chi ascolta nel cuore e nella mente
“no” imperiosi che sgorgano da arcane
e irremovibili trame divine, già scritte.

Mi esalta chi lotta per l’amore,
chi combatte contro il tiranno,
e respira l’aria della libertà
come ineguagliabile ricetta di vita,
pur lontano dalla terra che l’ha generato,
e conosce fiero il proprio destino
d’illacrimata sepoltura.

No, non sono un passante tra la folla,
non sono neanche il condottiero
del popolo, per ora;
sarà il tempo a decidere ove indirizzarmi,
ma sappi che il mio cuore è puro e sincero,
e brama di scrivere pagine ardite.

Torna indietro

King Arthur

kingarthur@elbasun.com

Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE