Celeste

Io in viaggio
Con le spalle verso il futuro
Io sul treno che corre
Al capolinea del domani
Io nel vagone del treno che avanza
In una giornata di sole
Alla fine dell'inverno
Io sul treno che trascina i pensieri
E la mia anima vuota come un barattolo
in questa seconda classe non fumatori
Annego del fumo della mia tristezza
Io e il vetro del finestrino che da' sulla vita
Fredda come il ghiaccio
Celeste come il ghiaccio
Veloce come le cose immobili
Io e le mie dita sottili
Fragili
Contro il vetro della realta' in fiamme.
Sospesa
Nel rumore grigio e ritmato di questo treno
Aspetto la mia stazione.

Indietro

Isabella

isac75@libero.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com