Di tutto
(l'inizio o la fine)

Non ci sarà né ieri né domani,
ma le ossa sfrante
si ricomporranno
e getteranno i corpi un grido spaventoso
nell'urna fragile del Mondo,
chiamando a raccolta le Terre e le Acque
e tutto s'involerà in un rogo di mille soli.
E le nostre sensazioni
saranno un acino di grano
nell'enorme silos
delle cose perdute.
Non si udrà un suono
né un batter di ciglia.
Opachi come la cenere
cammineremo nel fumo denso dell'aria
accompagnati da milioni di morbide lingue di fuoco.
Si spegnerà d'improvviso la Luce nel Mondo
e le nostre immagini svaniranno
e tutto sarà
un immenso Buco Nero
nel Nulla.

Home ElbaSun
www.elbasun.com