Giardino segreto

Alla notte ho rubato
i silenzi della strada
per quietare
un cuore in tumulto.
Alla luna ho rubato
la luce pallida,
per illuminare una strada
che non intravedevo più.
A chi, accanto a me,
immerso nel suo sonno,
condivideva uno spazio,
solo fisico,
ho lasciato tutto,
poichè nulla avrebbe compreso.
Alla brezza notturna,
di una fredda notte di novembre,
ho chiesto un passaggio
per la mia anima.
Il mio involucro,
finalmente disteso,
lascia un'impronta sul letto:
di lui nessuno si accorgerà.
Senza anima è inesistente.
La mia anima,
non più prigioniera di se stessa,
sorridente si allontana,
verso un giardino segreto...

Indietro

Federica Filippi

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com