Avvolta di domani

In fondo al pergolato
la bianca casa, aspetta
il mio ritorno.

Mistiche campanule
sorridono;
nell'Ave Maria
della sera.

…l'eco della sua voce
come vento sui prati
incanta l'anima.

Ricordi
nella contrada che non amo.
Intimità...

Odora di lillà, il bucato
sciorinato
sui rovi.

Piume calde
nel pugno della mano.
Fiorisce il seme
interrato sotto la
sabbia del deserto.

Avvolta di domani
fiori di mimosa, ricordano:
Acerba contraddizione
tenerezza e ribellione
nell'amaca dell'indulgenza.

Cingo il capo con
crocchi di margherite.
Boccioli vermigli nell'eremo
l'acqua della polla gorgheggia.

Sul davanzale una lucciola
pendula in rituali e danze:
solitaria.

Torna indietro

Eleonora Ruffo Giordani
(angel55)

04/03/06

Home ElbaSun
www.elbasun.com