La televisione

L’apparecchio più infernale
partorito dalla scienza
che fa agli occhi tanto male
e di cui non si sta senza,
baby-sitter d’eccezione,
certo è la televisione.

Ogni giorno ci presenta
dei programmi interessanti
che i bambini un po’ spaventa
e fa crescere ignoranti;
non lavora più il cervello,
rifiutando la lettura
e il bagaglio di cultura
resta un piccolo fardello.

Per i teneri di cuore
essa è il meglio che ci sia;
non è meglio andare via,
a passeggio lungo i prati,
che restare anchilosati,
sprofondati nei divani,
a vedere quei mattoni
di filmetti americani?

Centinaia di puntate,
tutte uguali e già scontate,
con amori tormentati,
cuori infranti e tradimenti,
pane buono per i denti
degli utenti sdolcinati.

Per chi ama il varietà,
c’è scemenza a profusione,
ogni tanto una canzone
e la sera passerà
anche al ritmo del balletto,
immancabile e perfetto,
che sculetta all’impazzata.

Memorabile serata!

Barzellette da osteria
che son vecchie di cent’anni
fanno rider sol mia zia
se non bada ai suoi malanni.

Films d’azione e tanti morti,
Films ’orrore, stupri e aborti.

Gli sportivi son contenti,
hanno una partita al giorno,
di altri sports un bel contorno,
questi sono gli ingredienti.

I programmi culturali,
rotocalchi interessanti,
buone musiche invitanti
e non quelle dozzinali,
ogni tanto ed a sorpresa,
sol di notte vanno in onda,
per il resto è baraonda.

Ogni tanto ci son cose
meritorie d’esser viste:
vecchi films, delle riviste
e commedie un po’ briose,
notiziari e il poliziesco,
ma di solito io esco.

Torna indietro

Domenico Franco Pollero

18 Aprile 2000

Home ElbaSun
www.elbasun.com