Primo amore

Sdraiato su uno scoglio del gran molo,
assorto osservo il mare, tutto solo
e in quell’immensità azzurro verde,
nella sua quiete, l’occhio mio si perde.

Nell’acqua cristallina come fonte,
spuntar scorgo una nave all’orizzonte
seguìta da una lunga e bianca scia,
nel cuore ho una profonda nostalgia.

La brezza increspa dolcemente l’onda,
mi torna in mente una fanciulla bionda,
dagli occhi azzurro verdi come il mare,
d’amor non si sapeva ancor parlare.

Più forte era la nostra timidezza,
noi cercavamo solo un po’ d’ebbrezza;
a tredici anni si era ancor bambini,
bevemmo una bottiglia di Martini.

Inebriati, fuggì via la notte
e all’alba da mio padre presi botte.

Marylin si chiamava la turista,
da quella sera, non l’ho mai più rivista.

Torna indietro

Domenico Franco Pollero

29 Luglio 2007

Home ElbaSun
www.elbasun.com