Soffusa

Distinguo le luci di ogni capriccio,
di ogni riflesso voluto dal mare.

Pazza tua mente di nenia e diamante

Labirintico colore del tuo prisma,
ha creato nuove immagini,
nei fotogrammi dipinti
tutti i giorni del tempo.

Amido, sapor evanescente,
fuoriesce dalla bocca un urlo di colore
indefinito, precario alla mia mente.

Eppure mi si offusca la tua immagine divina,
nel tutto come ovatta.

Gli occhi mi si adattano alla sera di luce soffusa,
in essa provo a vivere
d'intuito.

Torna indietro

Antonio Sangervasio

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com