Filastrocca Senza Fede

Un giorno come gli altri,
che il sole era già sorto,
andavo per i parchi
dove vagavo assorto.

Seduto su una panca,
con un ombrello aperto
e una cravatta bianca
un tizio sembra morto.

Fissandolo negli occhi
vidi che respirava,
e aizzandogli l'orecchi
vidi pure che parlava!

 

Gli chiesi a modo mio
parlando tra me e me:
"Non è per caso che

lei forse crede in Dio?"

E senza batter ciglio
rispondé di tutto piglio:
"Ci credo a patto che

anch’Egli creda in me!".

Indietro

Angelo Mazzei
Copenaghen, 04/2005

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com