Viaggio

Tempo, padrone dell’usura della vita,
compagno che mi segui come l’ombra,
seguendo passo dopo passo il mio cammino,
tu sai che ho tirato in barca le mie reti
e che la nave mia non raccoglie vento.

Rollando nel porto dei sospiri
fruga or tra le sue spume
cercando fra i ricordi più sublimi
di ritrovar, nel sale della prua
le sue rotte e le sue amate onde
ed i canti di sirene ammaliatrici,
quei bei ricordi
dipinti di gioventù e ardore.

Or tu, lascia che l’istante dell’ aurora
sia ancora quel miraggio da sognare:
prima di lasciar la pace di quel porto,
per riposar nell’ultima dimora,
lasciami sognar un’altra volta ancora
questo mio viaggio!
L’ultimo sogno, l’ultimo raggio
di un desiderio che tu puoi esaudire:
quel dolce viaggio
che sol per lei... varrebbe anche di morire!.

Torna indietro

Alexnovo

grandecometa@yahoo.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com