La gabbianella

...e tra quei sereni gorgoglii
che l'eco di te
risuona
come corno nella valle!

E' lì che il pensiero si raccoglie
come foglie
dal vento strapazzate.

Il profumo del mare
penetra nel naso
freddo di spruzzi
come nebbia
sul viso scoperto e spavaldo.

E... bianco il viso
si rispecchia nelle pozze
orlate di sale
senza vederci dentro
mentre il tuo viso
appare
con un sorriso
per placarmi.

Ancora .. si ti sento
se appoggio l'orecchio
su una conchiglia
lì abbandonata dall'onde
sulla battigia
desolata
che nel silenzio
canta di te
con le onde
il nostro concerto
che insieme
non abbiamo mai ascoltato.

Poi… il richiamo ferito
della gabbianella
attira l'attenzione
nei cerchi disegnati
sullo specchio
d'un mare amico
che ora so anche io
che con te
non abbiamo mai abbandonato!

Torna indietro

Alexnovo

grandecometa@yahoo.it

Home ElbaSun
www.elbasun.com