Sospeso

Vuoto.
Ansia.
Incertezza.
Paura di rassegnarsi, di non avere la forza di persistere
Lacrime, invisibili agli occhi di questo infausto mondo
Costernato di indifferenza e insensibilità
Privato dell’innocente sguardo dell’infanzia
Dalla cieca frenesia dettata dall’incoerenza umana
Rabbia, dolore e rifiuto.
Pallida reazione dinanzi a tale ipocrisia dantesca.
Come un lampo nel buio, un singhiozzo nel silenzio
Come uno sfregio nel cuore, un flagello imperscrutabile
La vita, lentamente ci consuma
Ma io, malgrado questo, le sorrido di rimando.

Torna indietro

Alessandro Verona

 

Home ElbaSun
www.elbasun.com