La mia donna

Sei antica ballata
prigioniera del legno
di un vecchio liuto.

Sei respiro lento
che palpita in silenzio
tra le parole dal dolore.

Sei luce testarda
che lottando con i rami
stende l'estate sul prato.

Sei lacrima del mattino
che abbracciata ad uno stelo
scivola nella terra fresca.

Sei la mia donna
e sulla tua pelle
ho dipinto i colori
dei miei sogni.

Torna indietro

Aldo Cirri

aldocirri@elbasun.com

Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE