il Pignolo 7

Il costo della pipì

Non è più una metafora dire "l'odore dei soldi". Oggi si paga tutto: anche l'uso di un WC. Passo bel bello dal sottopassaggio che dalla stazione fiorentina di Santa Maria Novella porta alla chiesa omonima. Guardo distrattamente le vetrine dei negozi: una pelletteria, un negozio di dischi, un'edicola, perfino un minuscolo punto Internet. E un bagno pubblico. Sulla porta di questo, un cartello: 1500 lire. Mi avvicino sperando che la mia sia solo una fantasia, che insomma quel cartello appartenga alla cartoleria a fianco e non alla toilette (a proposito complimenti al proprietario della cartoleria per la straordinaria atmosfera che avvolge il negozio). Invece no: macché fantasia, è la cruda realtà. Per entrare in quel bagno bisogna pagare 1500 lire. 1500 lire per fare pipì. Allora uno che fosse un minimo savio, utilizzerebbe con scaltrezza l'arcaico trucco per usare le tazze dei bar, intendendo per "tazze" non quelle dove si mette il tè, ma un altro liquido di colore simile e di sapore opposto (credo: non l'ho mai provato, francamente). Il trucco è: uno entra, chiede un caffè, lo beve controvoglia, lo sputa subito dopo e si tuffa di testa in bagno per liberarsi da ogni male. Con 1500 lire, così, ci bevi anche il caffè oltre a raggiungere il tuo obiettivo primario (il bagno), dice l'economo. Ora vediamo alcuni dei cambiamenti che dicono saranno imminenti nelle toilette di tutt'Italia. Una delle prime variazioni che subiranno i bagni pubblici sarà l'istituzione del biglietto che sarà venduto fuori dall'apposito Ufficio Ticket e strappato dalla "maschera" subito prima che tu ti cali i pantaloni. Esisteranno biglietti ridotti per anziani e bambini sotto i 5 anni, perché evidentemente avranno più bisogno delle toilette. Ci saranno anche degli abbonamenti molto convenienti per sommelier e attori di spot della Lines. La Guardia di Finanza è già all'erta per evitare il fastidio dei bagarini (addirittura 8000 lire a ingresso). Gli organizzatori consigliano di prenotare almeno il giorno prima, per evitare inutili file di persone che si tengono il pube con una mano e il biglietto con l'altra. Ci saranno degli accompagnatori che vi porteranno fino al WC illustrandovi tutte le funzioni e saranno sempre al vostro servizio in caso di difficoltà. Potrete ordinare al cameriniere porzioni a volontà di enterogermina o guttalax, che sono comunque comprese nel prezzo del biglietto. Pare che Nike e Fila siano pronte a griffare lateralmente i Water Closet. Dalla prossima estate si riunirà il G8 (l'assemblea degli 8 Gabinetti più potenti del mondo). Sarà un giro mondiale che inevitabilmente si chiamerà "giro di denaro sporco".

Il Pignolo 26 novembre 2001 - Diego Pretini

7


Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE