il Pignolo 22

Secondo Silvio

E se avesse ragione lui? Se fosse davvero l'Unto dal Signore, oltre che dai suoi truccatori? D'altronde, sta facendo passi avanti. Credo stia studiando il Manuale del Buon Dio, che non è la Bibbia, intendete bene, è proprio il Manuale del Buon Dio (ed. Mondadori) che insegna come fare bene il mestiere di divinità. Come creare, come distruggere, queste cose qui, insomma. Ci sta dando tanti indizi. Ne prendiamo due. L'Ubiquitario. Tanti si sorprendono perché il Ministero della Giustizia sta facendo di tutto per fermare due processi in particolare. In uno gli imputati sono, tra gli altri, Silvio Berlusconi (Presidente del Consiglio, Unto dal Signore e Ubiquitario), Cesare Previti (deputato di Forzitalia, uno dei fondatori del partito, amico dell'Ubiquitario, San Pietro) e Renato Squillante (il giudice che presumibilmente è stato corrotto e che non è riuscito a lavarsene le mani, Pilato). Nell'altro (processo Imi-Sir, non chiedetemi cosa vogliono dire queste sigle) che vede imputato il solo San Pietro. La Procura di Milano, per questo procedimento giudiziario, ha richiesto allo Stato delle Bahamas di avere i movimenti del conto "Osuna" intestato a Previti. In quel conto c'è la tangente incriminata, dicono. Come fa la Procura a mandare questa richiesta? Manda una lettera al Ministro della Giustizia (Castelli) che la gira al Ministro degli Esteri (Berlusconi) che tramite una legge proposta e approvata dal Governo (Berlusconi) va a chiedere alle Bahamas il conto di Previti (amico di Berlusconi). Mettiamo ordine. Riassumiamo quanti e quali ruoli ha in questo momento il Cavaliere Ridens.

A) Premier (anzi "Il Presidente", ricordiamolo).

B) Ministro degli Esteri (quindi tramite per le rogatorie che devono chiedere il conto di San Pietro alle Bahamas).

C) Legislatore (lui fa le leggi, come quella sulle rogatorie e anche quelle sulla giustizia, insieme a quello che poi in sostanza diventa contorno di patate mascé e zucchine lesse che si chiamano Parlamento).

D) Imputato (accusato di aver corrotto o aver commissionato la corruzione di un giudice).

E) Parte civile (perché lo Stato è il datore di lavoro del giudice corrotto e quindi è stato danneggiato).

In cielo, in terra e in ogni luogo. Pare che d'ora in avanti non si dovrà più dire Amen, ma Arcore. E n ogni casa, non più le Sacre Scritture, ma l'euroconvertitore, con il saluto del Presidente. L'Inquisitore. "Figlioli, se vi comporterete male subirete delle punizioni, se vi comporterete bene avrete dei premi". Non siamo né in un confessionale (di una parrocchia, non del Grande Tranello), nè nella scuola degli anni Cinquanta, né tantomeno in un maneggio. Gli zuccherini li darà il Giudice Supremo, cav. Silvio Berlusconi, ai suoi Ministri. Ma se faranno i cattivi sapranno cosa li aspetta. Martino fa confusione? Dietro il seggio, di rincorsa, forza. Bossi al solito fa troppo rumore? Subito dal Presidente della Repubblica, andiamo. La Moratti si è alzata per andare a mettersi a posto il tailleur bianco senza il permesso? Alla lavagna a scrivere cento volte: "Io non sono un Ministro, io non sono un Ministro, io non sono…". Se invece si comportano bene ci saranno i premi. "Guarda bellino il Castelli che mi difende perché vuole togliere di mezzo il processo. Si merita un premio. Castellino… Lo vuoi un regalo da Silvio? Lo vuoi? Sì? Eccoloooo". E tutto il Consiglio dei Ministri si lancia in un grido di stupore. Gli ha regalato un CD con l'inno italiano. Forse Castelli avrebbe preferito indossare il tailleur della Moratti. Oppure gli occhiali di Mughini, non so.

Pignolo 11 febbraio 2002 - Diego Pretini

22


Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE