il Pignolo 13

Numeri da Presidente

Scusate, ma la tentazione mi vince ancora. Abbiamo uno dei comici più spregiudicati degli ultimi trent'anni e la gente l'ha preso per un Presidente del Consiglio. Eppure spara battute a raffica. E' una mitraglietta. Devo amplificare le sue parole, non posso farne a meno. Varie freddure il Totò del 2000 le ha snocciolate durante il suo show di fine anno, chiamato solo formalmente "Conferenza stampa". L'umorista era in doppiopetto come sempre, seduto ad una grande scrivania con dei fogli a caso davanti a sé (credo degli album Panini) e dietro la cosa più ridicola di tutto: un medaglione medievale di un metro e mezzo di diametro. Sopra, le scritte Consiglio dei Ministri (in alto) e Il Presidente (in basso). Sapete, magari qualcuno se ne fosse scordato, si ricorda chi è Il Presidente. Poi è ovvio che dica modestamente, schermendosi, "Siamo al governo, non siamo al potere". Ma voglio lasciar stare questi argomenti barbosi. Voglio dirvi questa battuta che mi fa crepare dal ridere. I matematici si sentiranno riavere quando leggeranno questa frase. "Il Presidente" (bisogna ricordarlo almeno tre volte ad articolo, hanno detto a noi futuri scribacchi di regime) stava elencando tutti i successi che il Governo ha avuto in questi primi sei mesi, in una sagra visibilmente propagandistica. Ad un certo punto una lampadina sulla sua crapetta pelata: "Il flusso di immigrati clandestini è sceso del 247 per cento". E il brutto è che tutti i giornalisti lì davanti continuavano ad annuire come delle foche. 247 per cento. Una cosa può aumentare del 247 per cento ("Presidente", mi ascolti: vuol dire aumentare più del doppio), ma non può diminuire. "Presidente", se vuole le faccio un grafico, un disegnino, non lo so. A meno che non abbia davvero ragione "il Presidente" (e sei: verrò chiamato dal Tg4, credo). Chi ce lo dice che non ci siano un numero di italiani doppiamente maggiore a quello di albanesi, curdi, rumeni, serbi, senegalesi, marocchini, tunisini, algerini tutti messi insieme che fanno baracca e burattini e se ne vanno, clandestinamente, dal nostro Paese? I nostri compaesani prendono e se ne vanno dall'Italia. Zitti, però, senza dire niente a nessuno, clandestinamente. Il motivo principale? Hanno capito finalmente chi è che fa "Il Presidente" (e sette: Fede sono pronto).

Pignolo 3 gennaio 2002 - Diego Pretini

13


Home ElbaSun
www.elbasun.com - il sito del SOLE