HANNIBAL
Critica

Cosi Hannibal Lecter è ritornato 10 anni dopo “Il silenzio degli innocenti”. A me non piacciono i sequel che considero mere speculazioni economiche fatte sull’onda di un’idea originale, sono pochissimi i sequel belli come la traccia originale. Hannibal parte da una storia debole e non riesce a sterzare continuando su un filone di assoluta mediocrità. Nel Silenzio degli innocenti il film viveva e si sviluppava su due strade parallele, la caccia al serial killer e il sottile gioco psicologico fra il detenuto Hannibal e l’agente Clarice rendendo il film un continuo alternarsi di sensazioni forti, Hannibal rappresentava la quintessenza del male, ci affascinava perché in fondo era il nostro io cattivo che usciva, per pochi “eroi” negativi abbiamo fatto il tifo come per lui. Per una volta l’eterna lotta fra il bene ed il male ci vedeva patteggiare per quest’ultimo. In questo film il cattivo è diventato una macchietta di se stesso, come se il bene si sia ripreso il suo dominio, infatti adesso sappiamo che Hannibal uccide solo persone che si comportano male nei confronti degli altri, come un novello Robin Hood si erge a difensore dei deboli. Nonostante la forza visiva ed interpretativa di Anthony Hopkins, sempre grande, il film non decolla, e Julianne Moore, per quanto brava, non ha il carisma di Jodie Foster. Le scene che dovevano essere le più cruente e per cui il film è stato vietato ai minori di 14 anni, finiscono per perdere efficacia, vedere Ray Liotta col cervello ben in vista e con Hannibal che lo tagliuzza per soffriggerlo più che atterrirmi mi ha fatto sorridere. La regia di Ridley Scott è sempre ben curata, mai invasiva, ma siamo distanti anni luce da Blade Runner, Thelma e Louise e Alien . Il film sarà un grosso successo sicuramente al botteghino a dimostrazione del fatto che si voleva solo guadagnar soldi. Un’ultima considerazione, il film è uscito in contemporanea mondiale, forse è la prima volta che succede, so che è una mera trovata pubblicitaria ma mi piace pensare che sia stato fatto per scoraggiare i pirati cinematografici.

Voto **


Archivio

Home Page
www.elbasun.com